La campagna ClimATE Change

Mar 6, 2014 Posted by:  

In occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, lo scorso 16 ottobre, COSPE, Regione Marche, AIAB, il Comitato Italiano per il Contratto Mondiale dell’Acqua ed altre organizzazioni di Malta, Polonia e Germania hanno lanciato il concorso internazionale per la creazione di un logo per la campagna ClimATE Change.

La campagna ClimATE Change, finanziata dall’Unione Europea, mira a promuovere in Italia, Malta, Polonia e Germania una serie di iniziative pubbliche e di attività di formazione riguardo il cambiamento climatico, accesso al cibo e all’acqua, in termini di diritti per l’umanità intera. Inoltre, la campagna ha realizzato cinque ricerche su Niger, Mozambico, Etiopia, Ecuador e Nicaragua, ovvero i paesi che vivono in modo pesante gli effetti dei cambiamenti climatici sul diritto al cibo e all’acqua. A sua volta questi contesti sono stati paragonati con alcune regioni europee, che pure vivono situazioni che ormai si possono definire difficili.

Da diversi mesi, nei quattro paesi europei, sono attive diverse iniziative che cercano di coinvolgere addetti ai lavori, politici, amministrazioni locali, gruppi organizzati e pubblico comune, promuovere la cultura della partecipazione e del diritto dei cittadini ad incidere sulle politiche della produzione del cibo e della gestione dell’acqua.

Per la scelta del logo della campagna è stato lanciato un concorso europeo per giovani creativi sotto i 30 anni. Al concorso hanno risposto 48 giovani, con proposte senza dubbio interessanti mentre la giuria ha selezionato 6 dei 48 elaborati. Antonio Ciavarella, con il 27% dei voti, è il vincitore del concorso internazionale per la realizzazione del logo che riassume i valori e i contenuti della campagna ClimATE Change. Al secondo posto, con il 21% dei voti, si è classificata Erica Fantaccione. 

 

 

Last Modified: May 27, 2014