Approfondimenti

A sostegno dei progetti umanitari per far fronte alla crisi dei migranti l'Unione europea stanzierà alla Serbia altri 4 milioni di euro. Bruxelles ha in passato già messo a disposizione fondi comunitari a favore della Serbia, colpita pesantemente dall'emergenza migranti due anni fa con i massicci flussi di profughi lungo la “rotta balcanica”. “Con i 4 milioni di euro intendiamo sostenere i programmi di istruzione per i migranti e garantire loro assistenza, alloggio e tutto il resto di cui possono avere bisogno", ha detto Stylianides, che ieri insieme al ministro della difesa serbo Aleksandar Vulin ha visitato il centro di…
Parole chiave
Giovedì, 05 Ottobre 2017

Premier francese a Tunisi

Scritto da
Oggi e domani il premier francese, Edouard Philippe, sarà a Tunisi. Accompagnato da una delegazione di imprenditori e uomini d'affari d'oltralpe, darà il via ai lavori dell'Alto consiglio bilaterale di cooperazione Tunisia-Francia. L'iniziativa, annunciata nel giugno scorso dal ministro francese degli Esteri, Jean-Yves Le Drian vuole rafforzare la collaborazione tra i due Paesi e prevede la firma di numerosi accordi in svariati settori. Philippe parteciperà inoltre all'apertura del Forum economico “Rencontres Africa-Tunisia 2017”, con l'obiettivo di sviluppare la cooperazione economica franco-africana e il networking su larga scala di diverse centinaia di realtà aziendali. Fonte: ANSAmed
Parole chiave
Il 90% dei voti al referendum sull'indipendenza catalano ha confermato il “si”, mentre il “no” ha ottenuto il 7,8%. Al voto hanno partecipato 2,2 milioni di elettori, sui 5,3 chiamati alle urne. Il presidente Carles Puigdemont ha annunciato questa sera che trasmetterà i risultati del voto al parlamento nei prossimi giorni e prenderà decisioni in base alla legge del referendum. La normativa approvata in agosto, e sospesa dalla corte costituzionale spagnola, prevede fra l'altro che l'assemblea possa dichiarare l'indipendenza della Catalogna dopo 48 ore. Fonte: ANSAmed
Parole chiave
Sabato, 30 Settembre 2017

Upm e la qualità della vita urbana

Scritto da
Per quasi 7 milioni di persone che vivono in Egitto, Tunisia, Marocco, Palestina e Turchia, l’Unione per il Mediterraneo punta a innalzare la qualità di vita. Considerando che oltre il 60% della popolazione dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo vivono nelle aree urbane e di qui al 2030 il numero di persone che vivranno nei centri urbani salirà a 22,5 milioni, ''è necessario ottenere uno sviluppo sostenibile di queste aree, già sottoposte alle pesanti ripercussioni dovute ai cambiamenti climatici, ondate di calore, scarsità delle risorse idriche e incendi''. Fra i progetti lanciati, ricorda l'Upm nel corso della seconda conferenza…
Parole chiave
Mancano poco al termine della campagna “Ero Straniero – L’umanità che fa bene”. La campagna è stata presentata ufficialmente lo scorso 12 aprile da Emma Bonino e dai vari promotori, tra cui Radicali Italiani, Fondazione Casa della carità “Angelo Abriani”, ACLI, ARCI, ASGI, Centro Astalli, CNCA, A Buon Diritto, CILD con il supporto di centinaia di sindaci, associazioni e movimenti. La raccolta firme è iniziata a maggio scorso in tutta Italia, riuscendo fino ad oggi a raggiungere circa 30mila firme, ma è necessario arrivare ad un totale di 50mila. Per rilanciare l’appello rivolto a tutti i cittadini e a tutte…
Parole chiave