Notizie

Lunedì, 22 Gennaio 2018 11:07

"I bambini di Teheran"

Il progetto artistico “I bambini di Teheran” curato dalla storica e giornalista Farian Sabahi, racconta la pagina buia della storia, quella della persecuzione degli ebrei durante il nazismo. Il video realizzato, di circa trenta minuti, racconta di quando fu l'Iran a farsi carico dei profughi polacchi, ebrei e cattolici, provenienti dall'Europa. I protagonisti sono quattro ebrei polacchi che all'inizio della guerra scapparono dalla Polonia invasa dai tedeschi verso la Polonia occupata dai sovietici. Da qui furono deportati nei campi di lavoro in Siberia, poi in Uzbekistan in orfanotrofi spesso gestiti da istituzioni cattoliche. Una tappa importante del loro lungo viaggio…
Giovedì, 18 Gennaio 2018 10:57

Turchia: prolungato lo stato d'emergenza

In base alle raccomandazioni del Consiglio di sicurezza nazionale (Mgk), il governo della Turchia ha deciso un'ulteriore estensione di tre mesi dello stato d'emergenza, in vigore dal fallito colpo di Stato del 15 luglio 2016. Si tratta del sesto rinnovo delle misure straordinarie che, sotto lo stato d’emergenza, ha visto l’arresto di circa 90 mila persone e più di 110 mila licenziati o sospesi. Fonte: ANSAmed
Nel quadro del progetto Fami (Fondo asilo migrazione integrazione) denominato Primm (Piano regionale integrazione migranti Marche), coordinato dalla regione Marche, il Cirta (Centro interdipartimentale per la ricerca transculturale applicata) dell'Università di Urbino Carlo Bo organizza una serie di eventi formativi rivolti ai giovani residenti nelle Marche, primariamente con background migratorio. Donne e uomini fra i 15 e i 35 anni residenti nelle Marche, prevalentemente “seconde generazioni”, “figli delle immigrazioni”, “italiani senza cittadinanza”, “nuovi italiani”... La formazione intende "dare competenze sui diritti di cittadinanza e i dilemmi della società multiculturale. Attraverso la presentazione e la discussione di esperienze di attivismo, mobilitazione…
Per proteggere la frontiera settentrionale con la Siria, alla Giordania, la Germania ha fornito armi ed equipaggiamenti. L'accordo è stato reso noto durante una visita ad Amman del ministro della Difesa tedesco, Ursula von der Leyen. La fornitura comprende 70 camion fuoristrada, 56 minibus e due aerei per l'addestramento di piloti, per un valore totale di 18 milioni di euro. "La Giordania, ha affermato il ministro, citato in un comunicato dell'ambasciata tedesca, condivide con la Siria un confine di 380 chilometri, e la violenza non si ferma alla frontiera. Questo può essere un passaggio per i terroristi, ed è di…
Lunedì, 08 Gennaio 2018 09:44

Migranti: in Italia arrivi scesi del 34%

Secondo le fonti del Frontex nel 2017 i migranti arrivati illegalmente in Europa attraverso la rotta centro-mediterranea sono stati circa 119 mila. Si è registrata una flessione di oltre il 34% rispetto ai 181.126 dell'anno precedente, tornando a un livello pre-2014. Nel 2017 i migranti illegali giunti nei Paesi Ue sono stati in tutto circa 204.300, il 60% in meno rispetto al 2016. Solo la Spagna ha registrato un raddoppio degli arrivi. Fonte: Frontex
Giovedì, 04 Gennaio 2018 11:57

"Mediterraneo: fotografie tra terre e mare"

I tre concorsi oggetto dell'edizione 2018 di "Mediterraneo: fotografie tra terre e mare", riguardano "Attualità; Fotografe per Sguardi di Donne; Premio under 35”. Dal 2012 la rassegna di fotografie racconta il Mediterraneo come "sperimentale" luogo di relazioni dove le culture e le arti si incontrano e scontrano, dialogano, evolvono, interagiscono. I bandi sono rivolti a tutti i fotografi che vivono o lavorano nei Paesi del Mediterraneo. La rassegna mira anche quest'anno a raccontare il presente, le storie, per una fotografia sempre più vicina al fattore "umano", alla persona e alla sua socialità come valore essenziale. Vengono per questo preferiti lavori…
In Ancona, lo scorso 19 dicembre, presso la Regione Marche si è tenuta la tavola rotonda nell’ambito del progetto “Biodiversità per lo sviluppo locale - Modello innovativo di gestione partecipativa del paesaggio protetto di Konjuh in Bosnia-Erzegovina / BioSvi. Si è discusso dello sviluppo armonico e sostenibile dei paesaggi protetti e delle comunità locali attraverso un sistema di Governance efficace e partecipata, in particolare: di come migliorare la tutela e la Governance del “bene comune” del Paesaggio Protetto Konjuh attraverso l’elaborazione di un piano di gestione che abbia un approccio: interistituzionale, partecipativo ed intersettoriale; di come favorire lo sviluppo turistico…
Giovedì, 28 Dicembre 2017 10:37

Siria: l'evacuazione dei civili da Ghuta

Dopo mesi di pressioni e negoziati fra le parti nel contesto della guerra in corso, il governo siriano ha approvato l'evacuazione di alcuni civili, tra cui donne e bambini, gravemente malati e che hanno bisogno urgente di cure mediche. Questi fanno parte, assieme ad altri 400mila civili, della popolazione ostaggio da quattro anni dell'assedio governativo nella Ghuta. Nella Ghuta rimangono circa 400mila civili in un territorio controllato da varie milizie. L'Onu stima che circa il 12% dei minori della Ghuta sotto assedio soffrono di malnutrizione e rischiano di non sopravvivere all'inverno. Di questi, affermava l'Unicef a ottobre scorso, circa 1.200…
La Redazione di Percorsidipace vi augura Buone Feste e Felice Anno Nuovo! "La pace non è un sogno: può diventare realtà, ma per custodirla bisogna esser capaci di sognare".Nelson Mandela
Lunedì, 11 Dicembre 2017 10:28

Nasce task force antitrafficanti

Arriva il nuovo accordo tra l’Italia e il governo libico. E’ prevista una “sala comune” a Tripoli da dove verranno coordinate le attività d'intelligence, le operazioni in mare e si combatteranno le organizzazioni di trafficanti di esseri umani. Sono state affrontate altre due questioni che riguardano la lotta ai trafficanti ovvero la necessità di accelerare le operazioni per il controllo delle frontiere nel deserto a sud della Libia e lo smantellamento di decine di “centri” e prigioni per migranti gestiti dalle organizzazioni criminali, dove migliaia di persone vivono in condizioni inumane. Fonte: ANSAmed