Staff Percorsidipace

Staff Percorsidipace

Lunedì, 04 Dicembre 2017

Unhcr: migranti in Libia

L'Alto Commissario Onu per i rifugiati Filippo Grandi a margine della conferenza Med Dialogues a Roma ha dichiarato che si sta “cercando di migliorare l'accesso ai centri di detenzione gestiti dalle autorità e purtroppo da altre milizie. Abbiamo convinto le autorità a liberare un migliaio di persone, che erano in realtà dei rifugiati, dai centri di detenzione, e stiamo lavorando su almeno altre 2 mila persone”. Una recente inchiesta della Cnn sui migranti venduti come schiavi in Libia "parla di situazioni di cui noi abbiamo parlato da molto tempo", ha sottolineato Grandi, ma "credo che abbia avuto il merito di…
L’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) ha reso note le "ultime tragiche statistiche". Oltre 3mila migranti e rifugiati sono morti nel Mediterraneo dall'inizio del 2017 mentre tentavano di raggiungere l'Europa via mare. La media dal primo gennaio del 2017 (al 26 novembre) è di quasi 10 morti al giorno, ha sottolineato a Ginevra l'agenzia dell'Onu per la migrazione precisando che si tratta del quarto anno consecutivo durante il quale la soglia dei decessi è stata superata. Fonte: OIM
Nei mesi di novembre, dicembre e gennaio, FAIT (Forum delle Attività Internazionali della Toscana), in collaborazione con CESVOT, propone un ciclo di incontri, in diverse località della Toscana per continuare a diffondere e valorizzare la cultura e le pratiche di cooperazione e solidarietà internazionale e di accoglienza. Verranno presentate le esperienze che nascono e si sviluppano nei territori, grazie al costante lavoro di coordinamento di associazioni, enti locali e cittadini, per promuovere una visione che metta in stretta relazione i temi delle migrazioni con quelli della cooperazione internazionale, facendo luce sulle potenzialità che possono derivare dalla presenza dei migranti sul…
Lunedì, 18 Dicembre 2017

Archivio in valigia

CCI - Centro per la Cooperazione Internazionale, OXFAM Italia - Balkan Florence Express, Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa, Effetto Notte organizzano quarto incontro nell'ambito della rassegna "Balkan (TN) Express, I Balcani come non li avete mai visti". Proiezione del video "Archivio in valigia. Espressioni politico-artistiche nello spazio pubblico della Bosnia Erzegovina: 2010-2015" di Igor Sovilj. L' "Archivio nella valigia" (http://archivenvalise.tumblr.com) raccoglie le pratiche artistiche che, durante l'ultimo decennio, si sono intensificate nello spazio pubblico della Bosnia Erzegovina assumendo la forma di proteste politiche contro le narrazioni etnonazionalistiche sostenute da politici e media in entrambe le entità in cui è diviso…
L'Onu ha bisogno di un sostegno forte per arrivare alle elezioni in Libia nel 2018. Bisogna "accelerare di molto e rafforzare" l'intervento internazionale nei campi per i migranti. Sono i due capitoli del dossier libico che Paolo Gentiloni squaderna dopo un colloquio a Tunisi con l'inviato Onu in Libia Ghassan Salamè. "Grazie anche all'iniziativa italiana",afferma, è ora possibile parlare con le autorità libiche, prima sorde, di rimpatri volontari e corridoi umanitari. Ma bisogna fare in modo che regga il "fragile" equilibrio nel Paese e nel Nord Africa, dove preoccupa il ritorno di foreign fighters da Siria e Libia.Fonte: ANSAmed
Il tribunale penale internazionale dell'Aja per i crimini nella ex Jugoslavia (Tpi) ha condannato all'ergastolo, in primo grado, l'ex generale Ratko Mladic, ex comandante dell'esercito serbo bosniaco, per genocidio e crimini di guerra e contro l'umanità perpetrati durante la guerra in Bosnia (1992-95). Mladic è stato riconosciuto colpevole di 10 su 11 capi di accusa. Tra gli altri, è stato dichiarato colpevole per il genocidio di Srebrenica, mentre non è stata riconosciuta l'intenzione di genocidio nelle municipalità della Bosnia nord occidentale. Fonte: ANSAmed
Il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, e' "inorridito dalle notizie e dai video sui migranti africani in Libia venduti come schiavi". "Aborrisco questi atti spaventosi, la schiavitù non ha posto nel nostro mondo, queste azioni sono tra gli abusi più gravi dei diritti umani e possono costituire crimini contro l'umanità". Guterres ha chiesto "a tutte le autorità competenti di indagare su queste attività immediatamente, consegnando i responsabili alla giustizia" e ha sottolineato "la necessità di affrontare i flussi migratori in modo completo e umano attraverso la cooperazione allo sviluppo, mirando ad affrontare le cause profonde del fenomeno, attraverso un significativo…
Osservatorio Balcani e Caucaso in collaborazione con Fondazione Museo Storico del Trentino organizza incontro sul ruolo della testimonianza nella memoria pubblica dei conflitti e della sua rielaborazione attraverso i diversi linguaggi artistici; side event della mostra "Testimonianza – verità o politica: Il concetto di testimonianza nella commemorazione delle guerre jugoslave". 14.30 - 16.00: Europa, guerra, memoria e testimonianza: i conflitti jugoslavi Esiste una memoria comune europea? Le guerre di dissoluzione jugoslava ne fanno parte? Come vengono ricordate? Qual è il ruolo della testimonianza nella memoria pubblica dei conflitti? I linguaggi artistici possono contribuire al racconto sul passato? Ne discutono: -…
Martedì, 28 Novembre 2017

Sarajevo Rewind 2014>1914

CCI - Centro per la Cooperazione Internazionale, OXFAM Italia - Balkan Florence Express, Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa ed Effetto Notte organizzano il primo incontro nell'ambito della rassegna "Balkan (TN) Express, I Balcani come non li avete mai visti". Proiezione del docufilm "Sarajevo Rewind 2014>1914" (42', 2016) di Eric Gobetti e Simone Malavolti, è in lingua originale con titoli in italiano e inglese. Due viaggi attraverso un secolo, nel cuore dell’Europa di ieri e di oggi. Lungo le strade percorse da Gavrilo Princip e da Franz Ferdinand per raggiungere Sarajevo dove si compiono i loro destini. Oggi, 100 anni dopo,…
Martedì, 21 Novembre 2017

Dossier Statistico Immigrazione 2017

A Roma, il 26 ottobre scorso, è stata presentata la 27° edizione del Dossier Statistico immigrazione, curato da Idos, in partenariato con il Centro Studi Confronti. Il Dossier mette in luce l’importanza di un contesto che si modifica continuamente e dove gli immigrati e i loro figli assumono una rilevanza sempre maggiore sia dal punto di vista demografico, economico, occupazionale che socio-culturale. Secondo Monsignor Di Liegro, ispiratore del Dossier “è indispensabile capire questa evoluzione, cercando di far coincidere il piano delle decisioni pubbliche e del sentire comune con il mondo reale, impostando una convivenza fruttuosa”. “L'obiettivo principale del lavoro svolto…