IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori

Venerdì, 25 Maggio 2018 Scritto da 

Torna IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori che celebra quest’anno la sua decima edizione.  Il Festival, promosso e organizzato da Associazione YODA, COSPE Onlus e NEXUS E–RS è il primo ed unico festival italiano dedicato al turismo responsabile.

IT.A.CÀ itinerante sarà a Bologna dal 25 maggio al 3 giugno 2018 e poi proseguirà toccando numerose località, 14 vere e proprie tappe in Italia da maggio a ottobre di quest’anno. Dopo i festeggiamenti per il premio ricevuto al terzo posto nella categoria Innovation in Non-Governmental Organizations dall’Organizzazione Mondiale del Turismo agli UNWTO AWARDS diMadrid, riparte con nuovi progetti turistici e modelli sostenibili.

E al crescere delle candeline del decennale, aumentano anche i territori coinvolti che dopo la tappa felsinea, seguiranno il festival a ruota: dai Monti Dauni al Parco Nazionale di quelli Sibillini, dal Gran Sasso al Salento, dalle città di Rimini, Reggio Emilia, Parma, Napoli, Ferrara, Pavia e Ravenna, alle terre del Trentino e del Monferrato. 14 tappe, quindi e un unico principio nazionale di promozione turistica, secondo valori di equità e giustizia sociale: mostre, progetti innovativi, appuntamenti inclusivi, incontri, convegni, eventi in piazza, concorsi, camminate fluviali, itinerari a piedi e a pedali, trekking in zone poco conosciute, laboratori, geo esplorazioni, degustazioni di prodotti tipici, presentazioni di libri e proiezioni di film, per lanciare un’idea di turismo più etico e rispettoso dell’ambiente e di chi ci vive.

E c’è dell’altro. In scia al recente protocollo d’intesa firmato dalle Città metropolitana di Bologna e Firenze, IT.A.CÀ – che da anni insiste sull’importanza di abbandonare la tradizionale visione del viaggio circoscritto al centro città – intende immaginare e pianificare una nuova geografia del turismo. Una delocalizzazione strategica dei flussi turistici che possa espandersi fino ai territori dell’Appennino Bolognese, fulcro di una straordinaria eredità naturalistica e di una storia antichissima. Nel weekend 1-3 giugno, gli appuntamenti in programma del decennale del festival si trasferiranno proprio in quei luoghi, per porre l’attenzione sui territori marginali e delle aree interne e proporre soluzioni strategiche e sostenibili. Cultura, progettualità, riflessioni sulle eccellenze paesaggistiche, identità storiche da valorizzare e momenti di formazione per la creazione di imprese integrate, atte ad accogliere nuove professionalità in ambito turistico e promuovere lo sviluppo del turismo responsabile e sostenibile in loco, saranno il cuore pulsante della tre giorni in Appennino.

Nel decennale della sua attività, il festival coglie l’occasione anche per inaugurare IT.A.CÀccessibile, una piattaforma web realizzata in collaborazione con una rete di associazioni e aziende che operano nell’ambito della disabilità. Una vera e propria community bolognese del turismo accessibile che propone un ventaglio di temi di confronto e appuntamenti fruibili che partendo dal concetto di disabilità, ambiscono al superamento dei limiti. E lo fa con le stesse persone che nella disabilità vivono ogni giorno e che insieme possono offrire spunti di riflessione.

Non ci resta dunque che aspettare ancora qualche settimana e goderci questo decimo viaggio all’insegna dell’inclusione e della sostenibilità.

Il festival è promosso e organizzato da Associazione YODA, COSPE Onlus, NEXUS E–R.

Fonte: COSPE

 

L'erezione può ottenere più debole; non c'è nulla di insolito http://www.dauphine.fr/typo3conf/ext/news/quanto-costa-il-cialis-da-20-mg.html quanto costa il cialis da 20 mg in esso. Non solo, le difficoltà associate a questo tipo di disturbi viagra jelly acquisto in farmacia possono anche avere origini organiche, per questo motivo è necessario http://iltuomedicodifamiglia.it/cialis-generico-en-farmacia.html cialis prezzo svizzera assicurarsi delle proprie condizioni fisiche, attraverso specifici esami http://pillolegroup.it acquistare cialis on line medici, prima di intraprendere un qualsiasi tipo di terapia. I testicoli sbattono e fanno rumore.